Saturday, September 18, 2010

Systemd rinviato a Fedora 15

Systemd ha generato molto interesse fra gli utenti di Fedora e dopo il post in cui segnalavo il test day ho ricevuto diversi messaggi per sapere cosa è stato deciso.

La decisione del FESCo, il comitato che ha il potere di scegliere quali feature finiscono nella distribuzione, di rinviare la feature a Fedora 15 è venuta durante l'ultima riunione ed ovviamente ha suscitato molte discussioni.

Intanto perchè maturata con il quorum minimo di cinque partecipanti sui nove totali del comitato, e per di più con un voto di misura (tre voti contro e due a favore). E poi perchè non determinata da bug irrisolti o caratteristiche mancanti ma più probabilmente, vista la criticità del componente coinvolto, dal desiderio di riuscire a dare altri sei mesi di tempo allo sviluppo e ai test.

Ovviamente, lo sviluppatore principale di systemd non è rimasto contento della decisione.

Chiaramente, aspettare sei mesi in più non è un grosso problema per l'utente finale ma mi chiedo se, quando sarà di nuovo il momento di prendere questa decisione, avremo maggiori garanzie di stabilità.

Infatti, diverse feature previste per systemd erano state rinviate per permettere il lavoro di stabilizzazione in vista del rilascio di Fedora 14; invece, dopo la decisione hanno già iniziato ad essere inserite.

Speriamo solo che, visto l'interesse dimostrato delle altre distribuzioni per systemd (quasi tutte, tranne Ubuntu che per ora continua a puntare su Upstart) non si verifichi che qualcun altro lo proponga di default prima di Fedora 15...