Friday, January 2, 2009

ATI sempre più open

Altri regali inaspettati, ma direi estremamente graditi, sono arrivati da parte della AMD sotto forma di codice per attivare le funzionalità 3D delle schede più recenti basate sui chip R600 ed R700 (quelle della serie 2xxx, 3xxx e 4xxx).

Secondo l'articolo di Phoronix che per primo ne ha parlato, questo sarà seguito a breve da altro codice e documentazione tecnica che permetterà di realizzare un robusto supporto alle schede ATI con i driver open source.

A questo punto, speriamo che anche NVidia si decida a fare qualche passo avanti, altrimenti non mi potrò comprare nessun MacBook fino al giorno in cui la Apple non ne farà una versione con chipset ATI...